Autore Rasi, Luigi
Titolo L'arte del comico
Luogo di Pubblicazione Milano
Anno 1890
Editore A. Paganini
Edizione I
Numero di Pagine 277
Paese di Pubblicazione ITA
Lingua di Pubblicazione ITA
Note

In questo testo Rasi, direttore della R. Scuola di Firenze, si rivolge ai suoi scolari, offrendo loro una serie di precetti.
Comincia parlando del gesto e spazia attraverso una serie di riferimenti che vanno da Engel all'antica Roma (Cicerone, Roscio, Seneca e Quintiliano). Si sofferma, quindi, sulla gestualità dei cantanti e, più in generale, delle principali regole che dovrebbero interessare i gesti portando alcuni esempi (Salvini, Ristori).
Parla quindi della voce e della pronuncia suggerendo le regole per una corretta dizione e proponendo alcuni esercizi attraverso dei testi scelti.
Dopo essersi soffermato sulla "grammatica dell'arte", Rasi suggerisce allo scolaro di concentrarsi sulla fase successiva, l'interpretazione, estremamente complessa perché fondata sull'immaginazione, la fantasia, la creazione. Sottolinea che esistono due tipi di interpretazione: generale (necessaria per improntare il carattere) e particolare (indispensabile per analizzare la scena, la frase, la parola).
Nel capitolo successivo sottolinea l'importanza della fisionomia e dell'espressività del volto.
Chiude soffermandosi sui costumi e sul trucco. In conclusione accenna al contegno e all'azione che dovrebbe contraddistinguere le interpretazioni degli artisti del canto (tema  poi ampliato nella terza edizione del 1914).

Il volume comprende 29 illustrazioni.

EDIZIONI RECENTI:
Seconda edizione "con emendazioni e aggiunte": Palermo, Remo Sandron, 1905 e 1906 (Firenze, S. Landi; IX-327 pp.). Contiene 22 ritratti.

Terza edizione "con emendazioni e aggiunte": Palermo, Remo Sandron, 1914 (383 pp.). Contiene 26 ritratti. 

Quarta edizione illustrata da 26 ritratti: Milano, Remo Sandron, 1923 (404 pp.).


 

< < Torna alla lista delle Schede